11/07/15

UWAS#56: LUKE PEARSON

 Forse l'avete già visto, nel vostro vagabondare per fumetterie, magari l'avete pure comprato.
Avrete pensato, che bellino, questo lo regalo alla nipote, lo faccio leggere ai bambini, piacerà anche a nonna.
Vi siete detti che il tratto era delizioso, i personaggi adorabili, la colorazione pucciosa.
L'avete comprato.
L'avete letto.
L'avete posato sul tavolo, vi siete alzati, avete bevuto un bicchiere d'acqua e siete andati a letto.
Ma non riuscite a dormire.
Perché avete paura.
Ma non capite di cosa.

Luke Pearson disegna Adventure Time, ma non solo: i suoi fumetti sono pubblicati in Inghilterra da quelle meraviglie di Nobrow, e in Italia da queste meraviglie di Bao. I suoi libri raccontano le avventure di Hilda, una bambina capace di vivere avventure straordinarie, parlare coi giganti, incontrare elfi e gnomi, correre a perdifiato nel bosco. Sono storie delicate, piene di quel mistero con cui è costruita la vita dei bambini, di quella magia che li alimenta.
Eppure...
Eppure c'è sempre, alla fine di quelle tavole luminose e felici, un velo di inquietudine che non ti abbandona neppure quando chiudi il volume. C'è qualcosa, in questo tratto pulito, che sembra alludere ad altro, ad un mistero più grande, più terribile. Forse è qualcosa di cui non si può parlare, in un libro per bambini, ma certo non si può ignorare, sembra dire Pearson, ai bambini non si può nascondere la verità.
Nel suo sito Luke pubblica preview dei suoi libri, ma soprattutto le tavole dei racconti apparsi su antologie e riviste. E qui appare, forse, il suo lavoro più vero e sentito: queste storie, siano fantastiche, macabre, infantili, trasudano uno humour nero che forse non è più soltanto humour. Mi ricordano, e non solo per la cura maniacale nell'illustrazione e la chiarezza del tratto, certi lavori di Chris Ware: l'amarezza, la disillusione, il pessimismo, la consapevolezza di trovarci di fronte ad un universo crudele, feroce, indifferente, al quale possiamo opporre niente altro che la nostra immaginazione bambina.
Heike
Risorse web:
- Luke Pearson (l'archivio dei fumetti on line)
- I suoi lavori su Nobrow
- I suoi lavori su Bao

Nessun commento: