13/04/15

IL GRANDE MISTERO DELLE POSTE E ALTRE AVVENTURE QUOTIDIANE


Ne è passato di tempo da quando lessi per la prima volta un fumetto scritto da Diego Cajelli, e cioè la miniserie Pulp Stories, che fu pubblicata, stando a Wikipedia, addirittura nel 1996, praticamente vent'anni fa. In questo lungo periodo Cajelli ha fatto un sacco di cose belle, lavorando per i più importanti editori italiani, vincendo diversi primi e scrivendo da oltre 10 anni sul suo blog Diegozilla pezzi molto interessanti e seguiti. Si dice anzi che sia addirittura un web influencer, e la bella campagna #avoistabene?, che ha portato avanti contro le diffamazioni e le bugie diffuse on-line, lo dimostra senza alcun dubbio (se non sai di che parlo e sei curiosa/o, comincia da qui).
Confesso, personalmente, che è uno dei pochi blogger che leggo sempre molto volentieri, e quindi anche per questo ho salutato con entusiasmo la pubblicazione del libro che raccoglie alcuni suoi post  opportunamente riveduti e corretti, così da diventare dei piacevolissimi racconti brevi.
Forse sarà anche per una questione generazionale (siamo nati nello stesso anno), però non posso fare a meno di identificarmi in quasi tutto quello che scrive Cajelli, o perlomeno di riconoscere come anche mie tutte le situazioni raccontate, eccettuati i grotteschi tentativi di abbordaggio da parte di aggressive cougar della provincia milanese. Pure io provo una naturale idiosincrasia verso gli uffici postali, e anche a me piacerebbe avere il superpotere della telecinesi, e di sicuro utilizzerò qualcuna delle brillanti risposte di Cajelli la prossima volta che tenteranno di vendermi telefonicamente un nuovo contratto o chissà cos'altro.
Si tratta di una scrittura scorrevole, divertente e non banale, credo totalmente sincera, dalla quale traspare il carattere di un uomo con le idee piuttosto chiare, che dà ancora il giusto peso a cose come il rispetto, l'educazione e la ricerca della verità. Ti spiegherà come risolvere il Grande Mistero delle Poste e, soprattutto, ti darà una visione lucida, sorridente e piena di umanità degli strani tempi che stiamo vivendo.

Il libro è suddiviso in quattro capitoli (la vita, Milano, i fumetti e tutto il resto), e per gli amanti della cosiddetta Nona Arte sarà sicuramente un piacere confrontare le proprie esperienze lucchesi con quelle dell'autore, o magari provare a scoprire chi si nasconde dietro agli pseudonimi che proteggono la privacy dei protagonisti delle incredibili conversazioni di "Fumetti al telefono".

Lo puoi acquistare presso il sito dell'editore (cioè qui) a 12,90 €, oppure cercarlo in libreria o alle fiere. L'edizione speciale con la copertina disegnata da Ale Giorgini, quella che vedi all'inizio del post, dovrebbe essere esaurita.

Alessio Bilotta


Nessun commento: