08/03/15

UWAS #44: "OWL TURD COMIX"

 C'è questo webcomic del quale volevo parlare da un sacco di tempo, perché mi fa ridere molto - non so se si è capito in questo anno, ma i fumetti che mi piacciono di più sono quelli che mi fanno ridere - e perché ha un umorismo molto intelligente - che una puzzetta fa ridere, ma trenta puzzette fanno venire voglia di morire.
Ne volevo parlare da un po', perché Shen, l'autore, ha un tocco delicato, una capacità di sintesi ammirevole; magari non disegna bene e questa sua sintesi a volte diventa stilizzazione, e a voler essere troppo leggeri si rischia di diventare inconsistenti, ma a me pare che riesca a rimanere sul confine con una certa abilità, si sta facendo le ossa, impara a raccontare, studia come creare le storie.
Insomma, volevo fare da diverso tempo un articolo su Owl Turd Comix, che già il nome mi piaceva perché si tratta di Fumetti di Cacca di Gufo, e Shen è il diminutivo di shenanigans che vuol dire pratiche discutibili, eppure in questo fumetto tutto è così lieve e divertito, un invito a non prendersi troppo sul serio, a ridacchiare, a bersi una tazza di the caldo in pigiama mentre il mondo là fuori corre verso il dirupo.
Mi sarebbe piaciuto dedicare un UWAS a Shen da diversi mesi, eppure rimaneva sempre fuori, stava ai primi posti della graduatoria ma non arrivava mai in cima.
Perché?
Perché non c'è niente di strano in questo fumetto, niente di innovativo, niente di originale. Sono forse innovative le striscie dedicate al rispondere alle domande dei lettori, in una specie di Martin Mystere risponde a tutto dedicato però solo alla vita privata di Shen? O forse le sue storielle minimaliste su i giochi di ruolo, i rapporti sociali, le difficoltà nel crearsi una vita affettiva, i gattini? Le recensioni di videogiochi in forma di fumetto? Le striscie sul cattivo tempo?
Non c'è niente di straordinario in Owl Turd Comix, eppure volevo recensirlo da un sacco di tempo.
Perché nella sua semplicità, quotidianità, ordinarietà, riesce a coinvolgermi più di quanto facciano tanti prodotti studiati a tavolino per essere un successo. Forse è questo il grande segreto dei fumetti: rieuscire ad essere imprevedibili e sfuggenti, impossibili da catalogare, una sorpresa sempre nuova.
Heike
Risorse web:
- Owl Turd Comix
- Bluechair (l'altro fumetto di Shen)

Nessun commento: