14/02/15

UFAG #303: "MY HEART BROKE IN HOLLYWOOD!"

Copertina di "Our Love Story" #5 (1970) by John Romita Sr.
Gli appassionati di comics spesso conoscono nei minimi dettagli i lavori dei loro autori preferiti con protagonisti i supereroi, ma le produzioni di storie di altro genere non è detto che siano così note.
Il fumetto di oggi, in qualche modo imposto dalla concomitante festa degli innamorati, è un gioiellino poco conosciuto di Jim Steranko, forse uno dei disegnatori americani più celebrati e innovativi di sempre, nonostante che, alla fine, non abbia realizzato che una manciata di storie.
Questa che consiglio oggi è la sua unica incursione nel genere romantico, pubblicata nel 1970 su una delle tante riviste contenitore a tema molto popolari nel passato (Our Love Story #5) e realizzata quando i suoi capolavori su Captain America e Nick Fury avevano già visto la luce. La prevedibile e fiacca sceneggiatura di Stan Lee racconta, in appena 7 pagine, le improbabili vicissitudini amorose di Victoria Grant, un'aspirante attrice che si innamora del famoso (?) e sofisticato regista Artur Lavelle durante uno stage.
Probabilmente il vecchio Stan ha scritto questa storia con la mano sinistra mentre era al telefono con qualche agente di Hollywood, ma gli straordinari disegni di Steranko fanno dimenticare i dialoghi melensi e l'atmosfera conformista, trasportandoci, inaspettatamente, in un mondo psichedelico fatto di colori piatti e innaturali e di tavole che sono un felice compromesso fra la metafora visiva e la decorazione. Il modo con cui sono disegnati i vari protagonisti è uno splendido esempio di eleganza e sintesi grafica, che certo non avrebbe sfigurato sulla copertina di un disco dell'epoca: si tratta quasi di una scomposizione delle schermaglie amorose nelle loro componenti di base, enfatizzate dai colori e dalla scelta delle inquadrature, oltre che dalle pose statiche dei personaggi, quasi sempre congelate in atteggiamenti melodrammatici. Il gusto quasi Art déco della composizione, tuttavia, ci regala una lettura/visione sognante e leggera, rendendoci sopportabile anche il romanticismo di maniera e l'inevitabile quanto risibile lieto fine.

Questa storia è stata ristampata un po' di volte, quella più recente dovrebbe essere contenuta nel volume antologico Marvel Romance, pubblicato negli USA nel 2006 e che puoi cercare in rete.
Qui comunque trovi un documento eccezionale, e cioè l'intera storia con le guide colore di Steranko.

Voto: 8

Alessio Bilotta


Nessun commento: