10/02/15

UFAG #299: "TU SEI LA DONNA DELLA MIA VITA..."


Del fumetto portoghese, praticamente sconosciuto alle nostre latitudini, avevo già parlato con entusiasmo in questo vecchio post, e quindi oggi sono molto contento di poterti consigliare anche una storia lunga, pubblicata in patria nel 2001 e tradotta da noi l'anno scorso dalla MalEdizioni, una casa editrice con già all'attivo diverse proposte interessanti e di cui forse non si parla abbastanza.

La storia è molto semplice, e racconta della crisi di coppia fra lo scrittore Tomás e la pittrice Elsa, con ispirazioni che faticano ad arrivare e compromessi morali per sfondare nel mondo sofisticato e snob della cosiddetta "arte che conta". Mi rendo conto che questa brevissima sinossi potrebbe far pensare ad un lavoro malinconico e persino deprimente, ma in realtà il graphic novel scritto da Pedro Brito e disegnato da João Fazenda frequenta altri territori, che sono quelli del sogno e della leggerezza, grazie alla quale anche la fine di un matrimonio può trasformarsi subito in una girandola di belle opportunità. Questo approccio è ovviamente favorito dal particolare stile di Fazenda, che utilizza un segno lieve e sottile, molto grafico, ravvivato da macchie di rosso vivo che colorano i vestiti, i sogni e i contrasti.
I disegni sono liberi di occupare le pagine quasi sempre senza la costrizione dei bordi della vignetta, proprio come i pensieri del protagonista, che si dipanano e si arrotolano per conto loro seguendo intuizioni e sensazioni che sembrano assurde, quasi completamente prive di logica, ma che profumano di poesia e di magia.
Nonostante il rosso che caratterizza tutto il volume faccia inevitabilmente pensare all'amore e alla passione, credo che questo fumetto non si esaurisca solo con questi temi, ma che sia anche una riflessione sulla creatività e sulla figura dell'artista per come viene intesa oggi, un'epoca nella quale è sempre più difficile capire l'onestà intellettuale del messaggio contenuto nelle opere, che spesso danno l'impressione di voler soltanto alimentare dei cliché.

Puoi acquistare il libro (104 pagg. a 15€) attraverso uno dei canali utilizzati dall'editore, che trovi elencati qui.

Voto: 7

Alessio Bilotta



Nessun commento: