15/01/15

UFAG #275: "CAPITAN PADANIA"


Lo sfacciato, benché usuale, opportunismo di certi politici leghisti, che nell'ultima tragica settimana si sono trasformati a parole nei più strenui ed illuminati difensori della libertà di espressione, mi ha fatto tornare in mente il fumetto di oggi, il cui deprimente protagonista è molto scorretto sia anatomicamente che politicamente. Ci troviamo infatti davanti ad un risoluto e bellicoso paladino di presunti valori cristiani e padani (?), del quale si parlò un po' nel 2012, anche se si sospetta che il fumetto sia di qualche anno precedente: la risibile trama si dipana durante un comizio di Umberto Bossi, in cui il "senatùr" si scaglia contro l'entrata della Turchia nella Comunità Europea: nel bel mezzo del delirio, irrompe un esercito di terroristi (ovviamente turchi, e ovviamente fedeli all'iconografia del "feroce Saladino"), che tentano di eliminare Bossi sparandogli contro un missile (!). Inutile dire che saranno fermati dal tempestivo intervento del supereroe vestito di verde e marrone, dotato di una prestanza e di un equipaggiamento fanta-tecnologico che in confronto Batman è un cosplayer. Tralascio ogni commento sui disegni, probabilmente ricalcati alla meno peggio da fumetti Marvel brutti degli anni '80. O forse da Il Tromba.
Non c'è molto da aggiungere a quanto fu scritto a suo tempo, quando diversi commentatori espressero sdegno e disprezzo nei confronti di quello che fu bollato, senza appello, come un puerile e becero strumento di propaganda razzista. E tuttavia, in rete non si trovano informazioni sulla genesi dell'albo (che forse non esiste nemmeno in forma cartacea...), né tantomeno sull'autore, il misterioso "Volpi Roberto", accreditato proprio così, con il cognome prima del nome, quasi ad esaltarne la limitata cultura. Ecco, non so se questo possa rappresentare un piccolo indizio, ma io spero che questa ridicola caricatura non sia altro che una fenomenale burla. Il tono è infatti talmente sopra le righe, le situazioni raffigurate così eccessive e la fedeltà ai più rozzi stereotipi leghisti così smaccata, che penso nessuno potrebbe prendere sul serio questa storia e quindi i suoi messaggi politici.
O forse no, forse mi illudo, e forse la mia speranza nell'umanità è mal riposta, ma nel dubbio lancio un appello a "Volpi Roberto" perché si faccia vivo, e invito chiunque possieda una copia stampata di Capitan Padania  #1 a contattarmi, sono disposto a pagarla bene.
Per tutti gli altri curiosi e gli amanti dell'orrore, il fumetto si può scaricare qui in formato pdf.

Alessio Bilotta

La Lega ce l'ha corto
Ciumbia!

Nessun commento: