09/12/14

UFAG #255: "WINTERWORLD"


Chi ha avuto la pazienza di seguire regolarmente questa rubrica, sa che non amo particolarmente il disegno naturalistico, anche se questo tipo di tratto è quello preferito per i fumetti d'avventura, un genere che, di contro, leggo sempre con molto piacere. Segnalo quindi volentieri l'edizione italiana di questo vecchio fumetto pubblicato originariamente negli USA alla fine degli anni '80, perché il segno del grande Jorge Zaffino (1960 - 2002) riusciva a trascendere la mera rappresentazione della realtà per infondere ai personaggi e alle atmosfere un caratteristico tocco oscuro e feroce, rimasto difficile da uguagliare ancora oggi. Per dirla con le parole dello sceneggiatore Chuck Dixon, riportate all'interno dell'albo: "Nel suo lavoro si trovavano una forza, una passione e un tocco quasi malvagio, difficili da riscontrare in altri autori [...] C'era un che di pericolosità nei suoi disegni". Ed in effetti è proprio così, sono probabilmente i personaggi brutali e primordiali che popolano le vignette a dare forza alla trama, che dopo tanti anni mostra qualche inevitabile scricchiolio.
Siamo in un mondo post apocalittico interamente ricoperto dai ghiacci, e i protagonisti sono Scully, un commerciante senza troppi scrupoli, e Wynn, una ragazzina che Scully salva da un gruppo di predoni e alla quale si affeziona subito. Ritroviamo, quindi, tutti i cliché di questo genere fantastico (capi tribù spietati e ottusi, macchine futuristiche che funzionano male, una élite dall'etica dubbia che popola l'unica zona calda del pianeta e così via...), e anche se lo sviluppo narrativo risulta abbastanza prevedibile, i tratteggi e i neri con cui Zaffino graffia la pagina sono sempre straordinari, e giustificano ampiamente l'acquisto del fumetto.

L'albo ha 144 pagg. b/n, costa 5€ ed è uscito in edicola a fine novembre; lo puoi acquistare anche direttamente dall'editore (qui).
Qui invece un'interessante analisi dello stile di Zaffino fatta da Pasquale Frisenda.

Voto: 7,5

Alessio Bilotta



Nessun commento: