04/12/14

UFAG #250: "JAYBIRD"


E così siamo arrivati anche al n. 250 di questa rubrica quotidiana, un traguardo importante che ho pensato di festeggiare scrivendo del fumetto che ha vinto all'ultima edizione di Lucca Comics&Games nella categoria "graphic novel", a pari merito con La gigantesca barba malvagia, di cui avevo già parlato qui. In genere non mi trovo molto d'accordo con le giurie dei premi, ma devo dire che in questo caso la scelta mi è sembrata eccellente, e anzi io avrei anche evitato l'ex aequo con l'altro fumetto. E si tratta di una scelta eccellente, a mio avviso, non soltanto per la grandissima qualità di questo lavoro, ma anche perché si mette sotto i riflettori un fumetto che alla sua uscita era passato inosservato, perdipiù realizzato da due autori di nazionalità finlandese (sfido chiunque a citare altri fumetti di questo paese) e che era nato come progetto di crowdfunding. Un bel po' di particolarità per quest'opera, quindi, che però deve il suo successo soprattutto all'ottima idea di sceneggiatura di Jaako Ahonen, splendidamente visualizzata dai dipinti del fratello Lauri.
La storia vede protagonista un uccellino antropomorfo, recluso in una vecchia casa con le finestre sbarrate ad accudire l'anziana madre, malata ed inferma a letto. Gli fanno compagnia soltanto un ragno e i ritratti austeri ed accusatori dei suoi antenati. Difficile inquadrare la storia in un genere preciso, perché se le atmosfere da horror claustrofobico sono quelle prevalenti, i risvolti più interessanti sono probabilmente quelli che hanno a che fare con la paranoia, la solitudine e l'incapacità di crescere, che forse è anche la consapevolezza di una condanna ineluttabile. Credo che ognuno sarà toccato profondamente nelle corde che più gli sono affini, ma di certo nessuno potrà evitare di angosciarsi, commuoversi e chiudere il libro con un senso di doloroso smarrimento. Davvero magnifici i disegni di Lauri Ahonen, che riescono nella non facile impresa di amalgamare tenerezza e paura, mettendo grande cura nei dettagli degli ambienti e nell'espressività del protagonista; molto interessante anche la struttura delle tavole, che pur essendo disposte in verticale, hanno in realtà uno sviluppo narrativo orizzontale, amplificato da lunghe vignette che occupano tutta la larghezza della pagina e da sontuose splash page doppie.

Questo fumetto è uscito in Italia sul numero di maggio 2014 del mensile Super G delle Edizioni San Paolo, rivista non facile da reperire, almeno alle mie latitudini... in attesa di recuperare la versione cartacea, ho acquistato a soli 3$ l'i-book, arricchito anche da un'azzeccata colonna sonora. Se anche tu farai come me, ricordati di disporre il tablet in orizzontale per godere appieno di questa opera straordinaria, ancora misteriosamente snobbata dai commentatori nostrani.
Qui il sito ufficiale con un'anteprima di 60 pagg. (su un totale di 130) e tutte le indicazioni per acquistarne una copia cartacea o digitale.

Voto: 8,5

Alessio Bilotta


Nessun commento: