07/07/14

UFAG #133: "LA FABBRICANTE DI MOSTRI"


Se dovessi citare un solo autore che rappresenta al meglio il fumetto per come piace a me, indicherei senz'altro Roberto Raviola, in arte Magnus (1939-1996). Indicherei lui perché nella sua intensa e prolifica carriera è stato in grado di interpretare perfettamente sia le urgenze del fumetto commerciale, sia le ambizioni del fumetto più personale, facendolo con uno stile che appartiene in maniera indissolubile alla Nona Arte, e che ne costituisce anzi uno degli esempi migliori.
Il fumetto che consiglio oggi rappresenta in qualche maniera un ibrido, perché, pur essendo stato pubblicato per la prima volta nel 1981 dalla Edifumetto di Renzo Barbieri per ampliare la già grande offerta dei tascabili porno-horror (Zora, Sukia, Belzeba ecc.), è anche un lavoro di grande ricerca stilistica, che più avanti porterà a capolavori come Le femmine incantate o Le 110 pillole.
Questo primo episodio (Necron andrà avanti per 12 uscite più 2 speciali) è il classico numero uno dove si raccontano le origini dei protagonisti, e cioè la dottoressa necrofila Frieda Boher, campionessa del "weird", e ovviamente Necron, una creatura semirobotica e ipersessuata costruita dalla stessa Frieda con pezzi di cadavere per soddisfare i suoi bizzarri appetiti. Anche se il soggetto è francamente eccessivo, forse perfino per i folli standard Edifumetto, Magnus e la misteriosa sceneggiatrice riescono a mantenere un difficile equilibrio fra volgarità e forma, e fra "gore" e umorismo: sì, perché questo fumetto è soprattutto molto divertente, oltreché disegnato alla grande, con uno stile pulitissimo che riduce tutto all'essenziale eppure non trascura nessun dettaglio. Inoltre, l'ossimoro grafico costituito da un segno elegante al servizio di tali turpi oscenità, genera in chi legge/guarda una strana sensazione di buffo e compiaciuto smarrimento, un'impresa poi riuscita forse solo a Beto Hernandez con Birdland e a Roberto Baldazzini con Casa Howhard.
Un lavoro davvero molto sexy, e non per le situazioni che sono rappresentate, ma per l'approccio divertito e intelligente degli autori. Vivamente sconsigliato ai perbenisti.
Alessio Bilotta

LA FABBRICANTE DI MOSTRI
contenuto all'interno di
Necron #1
Nuova Frontiera | 64 pagg. b/n | 16.000 L.

Sceneggiatura di
Ilaria Volpe

Disegni di
Magnus

Reperibilità:
esistono molte edizioni, anche con le tavole rimontate,
come quella in mio possesso; da cercare nelle fiere e online
in attesa di una degna ristampa da parte di Rizzoli Lizard

Voto: 9





Nessun commento: