27/05/14

UFAG #94: "PORTUGAL"


Non ho letto tanti fumetti come questo, così vicini alla mia sensibilità, forse perché non ce ne sono tanti che parlano della vita vera in modo sincero e stupito, senza altre pretese se non quella di accompagnare il lettore in un bel viaggio.
Il protagonista della storia, Simon, è un disegnatore francese di origini portoghesi in preda ad una crisi creativa e sentimentale che, per cercare di uscirne fuori, parte alla ricerca della propria identità personale, famigliare e forse addirittura culturale; prima interroga i suoi numerosi e problematici parenti e poi ritorna nel Paese dei suoi nonni, una terra sconosciuta traboccante di calore e umanità che lo conquista subito, nonostante le difficoltà di capirne la lingua.
L'autore, Cyril Pedrosa, era stato già artefice di un precedente capolavoro, Tre ombre, e con quest'opera realizza probabilmente il suo lavoro migliore, esplorando con grande delicatezza le dinamiche tenere e dolorose che tengono in piedi, e a volte dividono, tutte le famiglie. Bastano un'inquadratura, un segno o una battuta per farci rivivere, e spesso addirittura risolvere, conflitti emotivi che tutti ben conosciamo, ed è difficile non rimanere catturati dalla dolcissima malinconia che emanano le tavole. Il merito di questo è da attribuire in gran parte ai disegni, realizzati con pochi tratti essenziali ma incisivi, ed esaltati da una colorazione magistrale la cui tavolozza di tonalità calde e fredde scandisce alla perfezione tristezza e felicità, al pari della giustapposizione delle vignette, che si infittiscono oppure si dilatano seguendo il battito cardiaco della narrazione. Forse l'attenzione per i rapporti umani e i sentimenti gioca un po' a discapito del ritmo, e forse alcuni personaggi spariscono di scena un po' troppo brutalmente, ma questo fumetto rimane lo stesso molto raro e prezioso, perché ci regala le stesse contrastanti emozioni che ci darebbe un vecchio album di foto di famiglia che sfogliamo per la prima volta.
Alessio Bilotta

PORTUGAL
Bao Publishing | 264 pagg. colore | 27 €

Sceneggiatura e disegni di
Cyril Pedrosa

Reperibilità:
uscito nel 2012, è disponibile sul sito dell'editore

Voto: 9,5



Per saperne di più:

Nessun commento: