09/03/14

UN FUMETTO AL GIORNO? OGGI "LAST MAN vol. 1"

Non fatevi ingannare dai crediti in prima pagina, dove Bastien Vivès (uno dei giovani autori più interessanti del panorama mondiale contemporaneo) è indicato solo come colorista: in realtà, come si evince dal simpatico “giornale di bordo” in fondo al volume, il buon Bastien è autore a tutto campo del fumetto, che è stato realizzato, come racconta lui stesso, a 6 mani. La cosa interessante è che gli altri due autori si occupano normalmente di storyboard e di animazione, e forse è anche per questo motivo che Last Man appare così fresco e moderno. Si tratta, a voler semplificare, di un manga declinato alla francese o, se preferite, di un fumetto europeo realizzato con la sintassi giapponese: riuscitissimo, in questo senso, il personaggio di Marianne, giovane mamma del piccolo protagonista, morbida e sensuale come nella migliore tradizione francese ma enfatica ed espressiva alla maniera nipponica. Il risultato complessivo è davvero piacevole, e lo si comprende subito dalle prime 20-30 tavole, dove non viene data alcuna spiegazione su fatti, luoghi ed epoche, ma in cui si viene immediatamente catturati dalla storia. Una storia che, è bene chiarirlo, non aggiunge nessun elemento nuovo rispetto ai numerosi manga/anime di combattimento da cui prende spunto (come Dragonball o Naruto), ma che ugualmente diverte ed avvince. Uno dei migliori esempi di contaminazione fra oriente e occidente, sarà il tempo a dire se rappresenterà l’inizio o la fine di un ciclo.

Alessio Bilotta

LAST MAN vol. 1
Bao Publishing
216 pagg. b/n e colore (contenuto in busta argentata e con adesivi all'interno!)
16 €

di BalakMichäel Sanlaville e Bastien Vivès

Reperibilità: uscito da pochissimo, si trova in fumetteria e forse anche in qualche libreria di varia

Voto: 8,5

Per saperne di più:

Nessun commento: