31/10/12

MADELEINES & RAMEN

Anche per quest'anno ci siamo. Finalmente domani comincia la fiera di Lucca, anzi, per essere precisi, "Lucca Comics and Games 2012". Gli organizzatori non hanno l'abitudine di numerare le edizioni, ma per quanto mi riguarda sono 22 anni che ci vado, senza averne mai saltata una. Nemmeno le edizioni primaverili, che ci sono state fino a metà degli anni '90. Quelli erano davvero altri tempi, la fiera si teneva tutta all'interno del palasport e l'ingresso era gratuito. Non moltissima gente, e la possibilità di chiacchierare sulle scalinate con tutti i più grandi autori. L'isteria collettiva delle dediche a tutti i costi infatti non era ancora iniziata, e del resto i cosplayer non esistevano, credo, nemmeno in Giappone, mentre gli appassionati di giochi di ruolo, probabilmente, si ritrovavano di nascosto in cantine buie e malsane. Anche Halloween, ora che ci penso, era soltanto il titolo di una serie di film dell'orrore.

30/10/12

AND THE WINNER IS...

Domenica scorsa si è conclusa la quarta edizione del festival Young Station, di cui ho scritto qualche tempo fa e alla quale sono intervenuto come giurato per il concorso di fumetto.
Sono lieto che la giuria abbia premiato il lavoro che anche secondo me era di gran lunga il migliore, vale a dire "Impigliato" di Marta Sorte (classe 1990, qui il suo blog).
A seguire le tavole vincitrici, particolarmente riuscite sia a livello grafico che di story-telling e che, contrariamente a molte cose che si vedono in giro, hanno alla base anche un'idea piuttosto originale. Brava Marta!

Alessio Bilotta







28/10/12

LUCCA COMICS AND GAMES 2012: CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

La svolta ideologica di "Mammaiuto", profilattici per amanti dei fumetti (e non solo)
Domani comincia la settimana della manifestazione lucchese, che costituisce ormai da molti anni l'Appuntamento (con la "A" maiuscola) più importante per tutti gli appassionati e gli operatori del settore.
Con questo post vorrei segnalare alcune novità editoriali presenti a Lucca, senza ovviamente la pretesa di essere esaustivo: di sicuro, quelle elencate più avanti, sono fra le cose che prenderò.
Per informazioni più dettagliate, comunque, consiglio di andare alla sezione apposita del sito ufficiale.

24/10/12

LA MEGLIO GIOVENTÙ


A volte può essere difficile parlare dei lavori fatti da un amico: si rischia di perdere quel minimo di obiettività necessaria, di non mantenere più le distanze di sicurezza. Per fortuna, però, capita anche che la qualità dei lavori da recensire sia così buona da sollevarti da qualunque preoccupazione.
È il caso di Nazareno Giusti, un giovane (classe 1989) autore completo che seguo da oltre un anno, cioè fin da quando scrissi indegnamente la prefazione al suo secondo libro, "La firma", dedicato a Guido Rossa, il sindacalista ucciso dalle Brigate Rosse.

22/10/12

SHEBAM! POW! BLOP! WIZZ!

Nei rapporti non sempre facili fra "narrazione per immagini fisse" e "narrazione per immagini in movimento", non è stato raro osservare la sovrapposizione delle onomatopee tipiche dei fumetti agli effetti sonori caratteristici del cinema e della televisione, forse nel tentativo di restituire in qualche modo la fissità tipica delle strisce disegnate. Un effetto straniante, dagli esiti quantomeno bizzarri.
Credo che i primi esempi significativi in questo senso risalgano alla celebre serie televisiva di Batman, trasmessa negli Stati Uniti alla fine degli anni '60 del secolo scorso:



Un altro esempio, meno conosciuto ma davvero sorprendente, è costituito dallo "scopitone" della canzone "Comic Strip" (1968), interpretata da Serge Gainsbourg e da una deliziosa Brigitte Bardot con parrucca mora e costume rosa da supereroina:



Qui il video completo.

Tutti quelli che sono stati bambini negli anni '70 (sempre del secolo scorso), infine, si ricorderanno sicuramente dei cosiddetti "fumetti in TV" proposti da Gulp! prima e da Supergulp! poi:



L'esempio più recente e interessante è costituito dagli Scarabocchi animati di Maicol&Mirco, ma stavolta l'intento è assai raffinato: l'umorismo spietato già protagonista di oltre 300 scarabocchi disegnati e pubblicati su FB, ritrova tutta la sua virulenza anche nel formato video, grazie proprio alla parola-immagine scritta, che si sovrappone, perentoria ed inequivocabile, ad attori-fantoccio che inutilmente si agitano, impotenti e sempre destinati a soccombere. E alla fine, rimane solo il rosso.

Alessio Bilotta










16/10/12

AI CONFINI DELLA REALTÀ

Spesso mi capita di leggere su Facebook commenti inspiegabilmente entusiasti a disegni che starebbero meglio al posto delle prugne sulla confezione del celebre confetto purgativo.
Oggi ci ho provato anch'io, e ho pubblicato questo:

Ecco un'istantanea della conversazione:

Stupiti? Non dovete esserlo, perché Batman e la conversazione sono inventati, ma i commenti sono assolutamente verosimili. E li trovate anche a disegni peggiori del mio. 

Alessio Bilotta

15/10/12

CHI È BUBI?

Credo che tutti oggi abbiano visto il bellissimo "doodle" di Google, che celebra il 107° anniversario della prima pubblicazione, sulle pagine del New York Herald, di uno dei capolavori assoluti della storia del Fumetto, vale a dire "Little Nemo in Slumberland", di Winsor McCay.
La versione italiana del motore di ricerca più usato al mondo identifica la serie come "Bubi  nel paese del Dormiveglia", una dicitura a me nuova e che riprende la traduzione, oggi quasi sconosciuta, fatta a suo tempo dal Corriere dei Piccoli, prima testata a pubblicare Little Nemo in Italia negli anni '10 del secolo scorso.
Complimenti sinceri agli autori del logo animato, che ci mostrano un esempio molto interessante di fumetto che sfrutta alcuni canoni dell'animazione pur rimanendo sostanzialmente fedele ai propri.

Rimando, per maggiori informazioni su McCay e Little Nemo, al post come al solito informatissimo di Ned Bajalica, che rimanda a sua volta ad un vecchio articolo nel quale sembra che molte delle idee sviluppate da McCay fossero già state visualizzate da altri autori in Francia alla fine dell'Ottocento.

Alessio Bilotta

Un'immagine del "doodle" odierno

11/10/12

PRELIBATEZZE

"Nobrow" è una piccola casa editrice inglese attiva dal 2008, che si contraddistingue per l'eccezionale qualità e la raffinata ricercatezza delle sue proposte. All'attenta selezione degli autori e dei contenuti, si aggiunge una cura particolare nelle edizioni perché, come scrivono nella presentazione sul sito, fanno libri "meritevoli di essere stampati". Quindi, processi di stampa che puntano all'eccellenza, ricerca dei materiali e tirature basse, fra 1.500 e 6.000 copie e anche inferiori a 100, per una particolare linea editoriale. Vendite online e poi un punto vendita con galleria annessa a Londra.
Si è trattato, per me, di una scoperta molto recente, fatta grazie alla segnalazione di un amico: ammetto di non conoscere molti degli autori che sono pubblicati, e questo, se da una parte mi fa sentire molto ignorante, dall'altra rafforza la mia convinzione che esistano ancora molti territori interessanti tutti da esplorare.

Alessio Bilotta



09/10/12

REALITY BITES

Devo ammettere che il cosiddetto fumetto di realtà, tema del festival Komikazen di Ravenna giunto all'ottava edizione e in partenza questo giovedì, non mi ha mai entusiasmato troppo.
Ho sempre pensato che il Fumetto, un po' come tutte le arti visuali, fosse un medium più adatto a creare nuove realtà piuttosto che a raccontare quella di tutti i giorni, ma è anche vero che, negli ultimi tempi, abbiamo avuto esempi eccellenti di "reportage fumettistico", non ultimi i lavori di Delisle, Zograf, Zadié o Corona, protagonisti, fra gli altri, di una bella mostra allestita la scorsa primavera-estate a Tolentino.
Inoltre, il festival ravennate si distingue per la ricchezza e la qualità sia degli ospiti (oltre 30 autori, fra i quali anche Bacilieri, Palumbo e Riccardo Mannelli, presente con una personale) che delle proposte, in particolare la mostra "Nuova storia d'Italia a fumetti", che costituisce l'evento centrale della manifestazione a oltre 30 anni di distanza dell'opera analoga curata da Enzo Biagi; da segnalare anche il concorso per giovani autori "Reality Draws".
Insomma, in mezzo alle innumerevoli mostre e "mostricine" di giornalini ammuffiti, una proposta di buonissimo livello artistico e culturale, che spicca per coerenza intellettuale e originalità.

Alessio Bilotta

Il manifesto del festival, realizzato da Shout

05/10/12

STRIP ADVISOR

Alcuni consigli per gite fuori porta da fare in questo weekend:

  • Racconti a colori: 25 artisti interpretano 25 racconti selezionati dal premio "Racconti nella rete", inaugurazione sabato 6 ottobre alle 17:30 a Villa Bottini, Lucca. Fra gli artisti segnalo volentieri  Sauro Ciantini, Marilena Nardi e Massimo Cavezzali.
  • DOCartoon - Il disegno della realtà: 2° Festival Internazionale del Documentario Animato e del Fumetto Non-Fiction, dal 6 al 12 ottobre a Pietrasanta (LU). Fra le varie iniziative, una serie di eventi per festeggiare i 50 anni dall'incisione del primo singolo dei Beatles ("Love me do"), con la mostra delle tavole di Hervé Bourhis ("Il piccolo libro dei Beatles") e Arne Bellstorf ("Baby's in Black"), e la proiezione del film vincitore all'ultimo festival di Annecy, "Crulic, The Path to Beyond", di Anca Damian.
  • Internazionale a Ferrara, da ieri fino a domenica 7. Domani, sabato 6, incontro con David B. per la presentazione del suo ultimo libro pubblicato in Italia per Rizzoli, "Il mio miglior nemico. Storia delle relazioni tra Stati Uniti e Medio Oriente (Prima parte:1783-1953)".
C'è decisamente di che scegliere... buon weekend a tutti!

Alessio Bilotta

Illustrazione di Sauro Ciantini per il racconto "Cuore di mamma"

03/10/12

MIRACOLI

Nell'albo d'oro dei capolavori poco conosciuti, merita senz'altro un posto importantissimo "I miracoli di Val Morel", di Dino Buzzati.
Si tratta di una raccolta (ovviamente e squisitamente falsa, pura finzione letteraria) di miracoli attribuiti a Santa Rita da Cascia: ciascun miracolo è raccontato attraverso un'illustrazione, con una piccola parte di testo ad introdurla. Una delizia per gli occhi e per la mente, un riuscito amalgama di fantasia, mistero, gioco e ironia che conclude in modo ideale il percorso artistico di Buzzati (è stato il suo ultimo lavoro). Nel 2012 è uscita una nuova edizione Mondadori per celebrare i 40 anni della scomparsa di Buzzati, che diventa una lettura obbligatoria per tutti gli amanti della Nona Arte. Dopo tutto, si sta parlando dell'autore del primo vero romanzo grafico italiano, e cioè "Poema a fumetti", del 1969.

"Dipingere e scrivere per me sono in fondo la stessa cosa" (Dino Buzzati)

Trot Andreina rapita dal demonio in cielo salvata dalla santa

01/10/12

TCBF 2012: I PREMI

Assegnati ieri, nella giornata conclusiva del festival trevigiano, i premi "Carlo Boscarato" 2012.
Condivido le scelte fatte, che mi sono sembrate all'insegna della qualità ed attente ad autori giovani o poco conosciuti.
Apprezzo soprattutto i riconoscimenti a Bacilieri, PedrosaPenco e Bao Publishing, mentre mi lascia molto perplesso, per la terza volta dopo Lucca e Napoli, la premiazione tardiva di "Asterios Polyp", un libro sicuramente straordinario ma già vecchio di 3 anni.

A seguire i premi principali, qui il palmarès completo.

Miglior fumetto italiano: Sweet Salgari, di Paolo Bacilieri (Coconino)
Miglior fumetto straniero: Asterios Polyp, di David Mazzucchelli (Coconino)
Miglior autore straniero: Cyril Pedrosa per "Portugal" (Bao) e "Autobio" (QPress)
Miglior disegnatore italiano: Michele Penco per "Racconti azzurri" (Double Shot)
Miglior sceneggiatore italiano: Matteo Casali per "99 giorni" (Panini)
Miglior autore unico italiano: Giulia Sagramola per "Bacio a cinque" (Topipittori)
Migliore realtà editoriale italiana: Bao Publishing
Autore rivelazione: Fabio Babich per "Bugs" (001)

Alessio Bilotta

Salgari secondo Paolo Bacilieri