09/10/12

REALITY BITES

Devo ammettere che il cosiddetto fumetto di realtà, tema del festival Komikazen di Ravenna giunto all'ottava edizione e in partenza questo giovedì, non mi ha mai entusiasmato troppo.
Ho sempre pensato che il Fumetto, un po' come tutte le arti visuali, fosse un medium più adatto a creare nuove realtà piuttosto che a raccontare quella di tutti i giorni, ma è anche vero che, negli ultimi tempi, abbiamo avuto esempi eccellenti di "reportage fumettistico", non ultimi i lavori di Delisle, Zograf, Zadié o Corona, protagonisti, fra gli altri, di una bella mostra allestita la scorsa primavera-estate a Tolentino.
Inoltre, il festival ravennate si distingue per la ricchezza e la qualità sia degli ospiti (oltre 30 autori, fra i quali anche Bacilieri, Palumbo e Riccardo Mannelli, presente con una personale) che delle proposte, in particolare la mostra "Nuova storia d'Italia a fumetti", che costituisce l'evento centrale della manifestazione a oltre 30 anni di distanza dell'opera analoga curata da Enzo Biagi; da segnalare anche il concorso per giovani autori "Reality Draws".
Insomma, in mezzo alle innumerevoli mostre e "mostricine" di giornalini ammuffiti, una proposta di buonissimo livello artistico e culturale, che spicca per coerenza intellettuale e originalità.

Alessio Bilotta

Il manifesto del festival, realizzato da Shout

Nessun commento: