09/05/12

MANDRACCA

WARNING! POST VIETATO AI MINORI!
Proprio nel post di ieri rimandavo al blog "The Groovy Age of Horror": era un po' di tempo che non lo visitavo, e mi sono accorto, con colpevole soddisfazione, che questi ragazzacci stanno dedicando un sacco di spazio ai vecchi tascabili a fumetti italiani con tematiche porno-horror che tanto successo ebbero negli anni '70. Chiaramente si tratta di materiale di qualità bassissima, fatta eccezione per alcune copertine dipinte davvero di grande effetto, ma non vorrei che, come è già successo con certo cinema di genere italico, questi qua avessero l'occhio più lungo del nostro. Forse è giunto il momento per un revamping di Sukia, Cimiteria e Belzeba. O forse no. Intanto, godetevi Mandracca.

Tanto, ci pensa Alain Velon



4 commenti:

claudio ha detto...

Ebbene sì, dichiaro che pure io ho subito in tenera età il fascino di alcune di queste pubblicazioni. Il mio interesse però, lo dico per chiarezza, era rivolto quasi esclusivamente a quelle horror: Terror, Oltretomba, Jacula, ecc. Effettivamente materiale che definire mediocre suona quasi come un complimento, però... però rcordo con un tantino di nostalgia quella che secondo me era sostanzialmente gradevole, la mitica Oltretomba Colore che pur pubblicando storie assolutamente prescindibili, offriva praticamente per la prima volta tavole talvolta stupefacenti con esperimenti grafici notevoli. Ma lemigliori di queste non le ristampa nessuno? O dobbiamo sorbirci Zagor per l' etrnità. Come avevo già segnalato la pigrizia dilaga, purtroppo.

ALESSIO ha detto...

Secondo me una collana di ristampe sarebbe un prodotto di nicchia che andrebbe esaurito subito, addirittura in pre-vendita...

tepepa ha detto...

Era il classico giornaletto da barbiere(bei tempi)...

ALESSIO ha detto...

I barbieri hanno giocato un ruolo importante nell'educazione di molte persone.