16/05/12

Footballoons

Il rapporto fra calcio e fumetto non ha mai prodotto grandi risultati, almeno alle nostre latitudini.
Forse le uniche eccezioni sono rappresentate dai "campionissimi" dei manga sportivi, fra i quali ricordiamo senz'altro Capitan Tsubasa e Shingo Tamai, che personalmente amo molto di più per ragioni anagrafiche e che vediamo qui sotto in un'improbabile versione italica (scovata grazie al Dr. Manhattan):


Sembra che anche gli inglesi, inventori del gioco, abbiano una bella tradizione. Questo libro qui sarà uno dei miei prossimi acquisti:


Da noi, invece, dove l'epica e l'iperbole appartengono esclusivamente alla cronaca delle partite, sembra che siano stati pubblicati solo misteriosi oggetti editoriali di gusto perlomeno dubbio. Ecco qualche esempio:

Lady Viola contro il Gobbo Malefico, distribuito allo stadio di Firenze

Ogni commento è superfluo, credo

Forse alla fine, la cosa più bella rimane un vecchio progetto di Slowcomix, purtroppo rimasto ancora incompiuto, che ripropongo con orgoglio:

Beh, per oggi è tutto, ma la ricerca continua. Possibile che in Sudamerica non abbiano mai fatto niente?

2 commenti:

claudio ha detto...

Argomento non privo di interesse, effettivamente lo sport nazionale non ha trovato spazi apprezzabili nelle italiche pubblicazioni. Comunque c'è da registrare, occhieggiando le immagini che hai postato, escludendo il bel volume inglese e la parodia-pastiche del vecchio progetto, che gli autori delle altre tavole qualcosa a che fare con il calcio ce l'hanno, però i piedi li potevano usare per dare calci ad un pallone anziché usarli per disegnare.

Alessio ha detto...

Un terreno ancora da esplorare!
L'hai letta l'email?